Author Archive Alice Lucenti

Stampa su pannelli: quale materiale scegliere

Finalmente hai deciso quali scritte, quali immagini e quali colori stampare sul tuo pannello: ora non ti resta che scegliere tra i vari materiali possibili. Va sottolineato che noi di Expostampa non presentiamo 4 materiali diversi per la stampa su supporti rigidi per metterti in difficoltà. No, abbiamo selezionato questi 4 materiali differenti per la stampa su pannelli perché ognuno di essi presenta dei vantaggi, e dunque delle caratteristiche che lo rendono di volta in volta la scelta migliore. Per capire quale tipo di pannello scegliere, quindi, devi capire quali sono le peculiarità di ognuno di essi: andiamo quindi alla scoperta del Forex, del Sandwich, del Polionda e del Dibond!

I vantaggi della stampa su pannelli Forex

Il Forex è, senza ombra di dubbio, uno dei materiali rigidi per la stampa più utilizzati. Ma cos’è il Forex? Si tratta di un pannello in PCV espanso a struttura piena, il quale presenta diversi spessori disponibili: si parte dai 2 millimetri di spessore minimo e si sale. Quali sono le caratteristiche dei pannelli in Forex? Ebbene, si tratta di un materiale flessibile e ignifugo che, se opportunamente trattato, può essere impiegato senza problemi anche per l’esposizione in esterno. Il Forex, grazie alla sua superficie perfetta, va a braccetto con la stampa digitale, e offre una risoluzione fotografica di massimo rispetto. Altro vantaggio dei pannelli Forex è il loro costo ridotto: è raro trovare un materiale rigido con delle caratteristiche simili e un prezzo così basso! Un’unica cosa: il Forex, se usato per stampe di grande dimensione, va installato a muro, e mai libero: si tratta infatti di un materiale piuttosto delicato.

I vantaggi della stampa su pannelli Sandwich

Un nucleo di materiale espanso – e dunque estremamente leggero – racchiuso tra due lastre di PVC. I pannelli Sandwich hanno quindi un peso estremamente ridotto senza compromettere la qualità della stampa che, come nel caso del Forex, può essere fotografica (non è un caso se spesso viene utilizzato proprio per mostre fotografiche). Indicato per l’esposizione in interno, è un materiale perfetto quando ci sono esigenze particolari in fatto di design; costa di più del costo medio degli altri supporti rigidi.

I vantaggi della stampa su pannelli Polionda

Molto economico, molto leggero, il Polionda è indicato per la creazione di cartellonistica di breve durata, e comunque in quei casi in cui la qualità del materiale non deve raggiungere i livelli più alti.

I vantaggi della stampa su pannelli Dibond

Robusto, resistente, stabile, solido: il pannello Dibond è costituito da un’anima in polietilene e da due lastre esterne di alluminio. Gli agenti atmosferici non lo turbano, e dunque è perfetto sia per interni che per gli esterni, anche per esposizioni di dimensioni importanti. Non deve stupire che, ovviamente, la stampa su di Dibond – con la sua robustezza e il suo effetto metallizzato – sia più costosa rispetto alla stampa su altri materiali meno avanzati

Hai scelto su quale materiale stampare i tuoi pannelli promozionali? Allora non ti resta che ordinare la stampa sul nostro portale!

Impossibile passare inosservati: lo stand retroilluminato

Pensaci un po’: la fiera è un posto che stimola tutti i nostri sensi, dall’olfatto all’udito. Nessuno dei sensi, però, viene stimolato tanto quanto la vista, tra cartelloni, desk, bandiere pubblicitarie e roll-up. Ecco allora che diventa essenziale progettare nel minimo dettaglio il proprio stand, in modo da poter svettare sopra agli altri. Sta proprio qui, del resto, la domanda principale di tutte le persone che espongono in una fiera: come posso distinguermi da tutti gli altri stand? Come posso essere certo di attirare gli sguardi? Ebbene, la domanda più immediata che possiamo darti è questa: ti serve uno stand retroilluminato. Ma perché questo stand dovrebbe aiutarti? Vediamo insieme i vantaggi di questa soluzione!

E luce fu. Siamo portati per istinto a portarci lì dove c’è la luce. Non è una scelta che facciamo in modo razionale, non è una cosa che decidiamo. Molto semplicemente, la luce ci attrae, per il semplice fatto che un luogo luminoso ci sembra immediatamente più sicuro e più confortevole. Non è un caso se tutti gli esercizi commerciali che restano aperti dopo il tramonto – bar, ristoranti, alberghi e via dicendo – investono moltissimo proprio sull’illuminazione esterna, in modo da attirare gli sguardi dei potenziali clienti. Perché non si dovrebbe fare lo stesso in fiera, o comunque in tutte le situazioni in cui si installa uno stand pubblicitario?

Uno stand retroilluminato per farsi trovare in fiera

Come sono i posti migliori in cui si piazza uno stand? Semplice: affollati. E dove c’è gente, c’è molto da vedere: talvolta sono vetrine di negozi, altre volte sono altri stand, spesso in concorrenza rispetto al nostro. Diventa quindi essenziale riuscire a prevalere a livello visivo sugli altri, in modo che i visitatori decidano di fermarci nel nostro stand. Come si può fare? Si può giocare sulle dimensioni dello stand, creando postazioni sempre più grandi. Ma oltre ogni limite non si può certo andare, e bisogna inoltre sottolineare che, in fiera, ogni metro in più ha dei costi tutt’altro che trascurabili. Ecco quindi che, per decenni, gli stand hanno giocato sui colori, cercando di usare le tinte più forti, come il rosso e il giallo, per attirare l’attenzione e trasmettere le emozioni giuste. Si può fare di più? Certo, è possibile giocare d’astuzia e sfruttare la luce a proprio vantaggio. Gli stand retroilluminati servono proprio a questo: grazie alla loro retroilluminazione mettono in risalto l’immagine stampata, ne evidenziano il messaggio e richiamano a sé l’attenzione. Questo sapiente gioco di luce crea la scenografia ideale, dando quel tocco in più allo stand.

Montare uno stand retroilluminato è semplicemente

Chi si avvicina per la prima volta agli stand retroilluminati ha solitamente il timore di ritrovarsi di fronte a delle soluzioni complesse, pesanti e ingombranti. Non è affatto così! Per approfittare di questo forte impatto estetico in fiera, infatti, non serve noleggiare un camion o avere dalla propria parte un team di montatori professionisti. Si parla sempre di profili a incastro e di pannelli leggeri che possono essere montati da chiunque, senza alcun problema!

Perché stampare su Mesh?

Sono tante le minacce da tenere in considerazione quando si desidera fare dell’advertising all’esterno. Proprio così: nel mondo della stampa per outdoor ci sono infatti quasi tutte le problematiche del mondo indoor più tutte le variabili meteorologiche. Quando si scelgono il supporto e il tipo di stampa per l’esterno, infatti, bisogna fare i conti con il sole, che può andare a rovinare giorno dopo giorno la grafica scelta; c’è poi la pioggia, che ovviamente non va d’accordo con la classica carta da stampa o con i più semplici supporti a base di cellulosa; e infine, non bisogna mai dimenticare il vento, che si sa, quando soffia forte non risparmia niente e nessuno. Nel corso degli anni, vista l’importanza dell’advertising all’esterno, sono stati via via sviluppati metodi sempre migliori per resistere alle minacce del sole e della pioggia. Con il vento, però, ci sono ancora oggi alcuni problemi, un po’ per il classico effetto ‘vela’ che gonfia gli striscioni, un po’ per il rumore che questi fanno con le raffiche di vento, e un po’ perché, nei casi peggiori, uno striscione gonfiato dal vento forte può fare danni. Piccoli e grandi: può semplicemente strapparsi e finire a terra, o può fare di peggio, soprattutto quando legato a delle alte impalcature. Ma non deve essere così per forza: grazie alla stampa su Mesh, infatti, si possono creare striscioni di qualunque dimensione che non temono per nulla il vento. Ma cos’è il Mesh, e quando viene usato?

Cos’è il Mesh?

Il Mesh è un supporto costituito da PVC microforato. Si tratta dunque di una rete, di un supporto con piccolissimi buchi che, senza rovinare in alcun modo la qualità della stampa digitale, garantisce il passaggio del vento, che dunque non può minacciare in alcun modo striscioni e manifesti per l’esterno. Non è certo caso se da decenni dei rivestimenti microforati vengono usati per coprire le impalcature costruite intorno ai palazzi in ristrutturazione o ai monumenti durante gli interventi di pulizia e di manutenzione. Un giorno ci si è però domandati perché quegli enormi spazi bianchi non potessero essere sfruttati per fare della pubblicità efficace: in questo modo è nata la stampa pubblicitaria su Mesh come la conosciamo oggi, utilizzata con successo da brand di qualsiasi settore nelle più grandi piazze di tutto il mondo. Ma il Mesh può essere utilizzato anche per allestimenti promozionali temporanei, per striscioni da esporre durante le manifestazioni e via dicendo.

Oltre a essere molto resistente il vento, il Mesh vanta altri vantaggi. Si tratta per esempio di un materiale particolarmente adatto alla stampa su grandi formati anche per la sua grande leggerezza, nonché per la facilità con cui può essere movimentato e appeso. Non è tutto qui: questo supporto, infatti, non viene usato solo e unicamente per l’advertising in esterno. Grazie all’effetto vedo-non vedo che questa finissima rete garantisce, infatti, il Mesh stampato viene spesso utilizzato anche per rendere intriganti gli interni di negozi, di spazi espositivi e perfino di uffici e di studi, andando a separare e ad arricchire degli ambienti in modo elegante e innovativo.

In fiera senza stress: i vantaggi degli stand portatili

In una fiera del settore. Nei punti di passaggio più trafficati dei centri commerciali. All’ingresso di una conferenza. In piazza, per delle dimostrazioni pubbliche. Gli stand portatili, come suggerisce il loro stesso nome, sono pensati per essere montati e smontati facilmente, per essere allestiti oggi in un luogo e domani in un altro, senza mai perdere d’efficacia. Ne esistono di molte tipologie diverse, ognuna caratterizzata da un aspetto vincente: nel nostro portale di stampa online dedicato alla Visual Communication abbiamo infatti stand Popup e Hopup, Pannelli tensionati, stand mini, medi e grandi, e persino degli stand Retroilluminati, per essere certi di attirare su di sé tutti gli sguardi.

Ma perché la tua azienda dovrebbe decidere di personalizzare e acquistare uno stand pubblicitario portatile? Per rispondere a questa tua domanda in modo efficace ed esaustivo, oggi abbiamo scelto di elencare tutti i vantaggi degli stand portatili: buona lettura!

Tutti i pro degli stand portatili

Versatili: il primo e principale vantaggio degli stand pubblicitari portatili è quello di poter essere utilizzati nelle più diverse occasioni. La fiera di settore è ovviamente il primo e più immediato luogo in cui si utilizzano gli stand portatili, ma è altrettanto vero che possono essere usati anche in temporary shop, in eventi promozionali, in eventi aziendali e via dicendo. Chi acquista e personalizza degli stand portatili, dunque, ha la certezza di poterli usare nei più differenti contesti, tanto più che gli stand pubblicitari di Expostampa sono resistenti e robusti, così da poter essere riutilizzati tantissime volte;

Leggeri e facili da montare: non sempre, al momento del trasporto e del montaggio degli stand pubblicitari, si ha a propria disposizione una squadra di operai pronta a spostare e montare il gazebo promozionale. Anzi, nella maggior parte dei casi gli aiuti sono ridotti al minimo, e talvolta sono le stesse promoter a dover trasportare e allestire lo stand. Niente paura: con gli stand portatili di Expostampa non c’è alcun problema. La struttura degli stand è infatti molto leggera, essendo realizzata in alluminio, e permette di essere spostata senza sporto. E non è tutto qui, in quanto per il montaggio degli stand portatili non è necessario nessun strumento: tutti i nostri prodotti si montano con meccanismi semplici e intuitivi come incastri, supporti calamitati e velcro!

Resistenti: la paura di chi acquista prodotti smontabili e trasportabili è spesso quella di avere a che fare con degli oggetti delicati e deboli, soggetti a facili danneggiamenti durante gli smontaggi e gli spostamenti. Pur nella loro leggerezza, invece, gli stand portatili pubblicitari sono molto resistenti, e inoltre sono dotati di apposite custodie da viaggio, per essere certi di non danneggiare o perdere nulla!

Compatti: quando si pensa a trasportare uno stand si pensa immediatamente alla necessità di un furgoncino. Con gli stand trasportabili non ce n’è assolutamente bisogno: con una qualsiasi automobile, grazie alla compattezza di queste soluzioni una volta smontate, si potrà trasportare senza alcun problema il tutto, lasciando inoltre tanto altro spazio per caricare gli altri materiali pubblicitari, dai totem in poi.

Altamente personalizzabili: grandi, piccoli, medi, tensionati o retroilluminati, monofacciali o bifacciali, curvi o dritti, con la stampa di qualsiasi tipo di immagine. Ogni stand pubblicitario che esce dai nostri laboratori è assolutamente unico!

Economici: a fronte di tutti questi vantaggi, gli stand portatili solo molto economici. Si tratta infatti di un investimento ridotto che si ripaga velocemente nel tempo. Pensa a tutte le volte in cui potrai usare questa stessa soluzione espositiva, senza dover pensare ogni volta ad acquistare una soluzione nuova. E quando avrai bisogno di lanciare un nuovo tipo di messaggio, non dovrai fare altro che usare la medesima struttura con una nuova grafica!

Come montare un Roll Up (una guida pratica)

Risolvere un’equazione di quarto grado, fare un uovo in camicia perfetto, scalare l’Everest, leggere – e capire – l’Ulisse di James Joyce. Queste sono attività indubbiamente complicate, che abbisognano di impegno, di allenamento, di conoscenze pregresse e di una certa dose di forza di volontà. Montare un Roll Up, invece, non è affatto difficile, anzi, è piuttosto semplice: l’importante è sapere come iniziare, anche se, va detto, si tratta di un’operazione estremamente intuitiva! In questo articolo, quindi, ti mostreremo i passaggi necessari per montare un Roll Up Banner in quattro e quattr’otto, senza errori, senza stress e senza perdite di tempo. Vedrai che è un’operazione semplicissima!

Semplice, economico, efficace: ecco il Roll Up Banner

Oggi tutti sanno cos’è un Roll Up. Lo si può scorgere ovunque, dalle fiere ai seminari, passando per i punti di vendita. Si tratta, a farla estremamente breve, di una struttura espositiva – monofacciale o bifacciale – montabile e smontabile, e quindi facilmente trasportabile. È dunque l’espositore perfetto per chi vuole promuovere un brand, un prodotto o un servizio in luoghi diversi, senza dover tutte le volte creare una soluzione espositiva nuova, con tutti gli sprechi che ne conseguono. Con un Roll Up, invece, bastano pochi gesti per avere sempre con sé un Banner efficace, robusto ed elegante, capace di attirare e catturare gli sguardi. Ma quali sono i passaggi da seguire per montare un Roll Up in modo veloce?

Come montare un Roll Up velocemente

Il montaggio del Roll Up è facile e veloce. Devi infatti sapere che tutta la ‘magia’ avviene a livello della base di appoggio, e quindi nella parte inferiore in alluminio. Lì c’è l’avvolgitore, ovvero il meccanismo che permette di arrotolare e di srotolare il tuo banner pubblicitario.

Una volta arrivato in fiera, o comunque nel luogo in cui dovrai mostrare il tuo Roll Up, non dovrai fare altro che srotolare la grafica, metterla in tensione e fissarla sul retro con l’asta in alluminio. Il gioco praticamente è fatto, con la stabilità del tuo espositore garantita dai piedini che si trovano alla base del Roll Up. Non dovrai fare altro, a questo punto, di posizionare il tuo espositore nel migliore dei modi per rapire l’attenzione dei passanti.

In poche parole, tu avrai già finito di montare il tuo espositore Roll Up, mentre negli altri stand staranno ancora cercando un modo per attaccare da qualche parte i loro manifesti. E questa operazione di montaggio e smontaggio può essere fatta per centinaia e centinaia di volte!

Come montare una nuova grafica su un Roll Up

Noi sconsigliamo, in genere, di applicare una nuova grafica al Roll Up. Nonostante questo, talvolta ci può essere questa esigenza, e si rende dunque necessario installare la nuova grafica nell’avvolgitore.

Per farlo bisogna prima di tutto srotolare la grafica sul pavimento e distenderla del tutto. A questo punto, la stampa va fermata all’asticella orizzontale superiore, con l’apposito meccanismo di bloccaggio. Fatto questo, è necessario fissare la base della grafica al rullo avvolgitore, usando l’apposito nastro: in questa passaggio è importante sovrapporre perfettamente le due superfici, senza fare sporgere la grafica da nessuno dei due lati. Infine, è possibile avvolgere del tutto la stampa, per poi srotolarla e fissarla con l’asta alla prima necessità, seguendo le istruzioni viste sopra per montare un Roll Up banner.

Il montaggio di un Roll Up, come puoi vedere, è dunque semplice e veloce: altro che le equazioni algebriche!

Gazebo elettorale: come farlo in fretta e senza spendere troppo

Non si smette mai di votare. Nel nostro Paese non mancano certo i cosiddetti ‘weekend elettorali‘: tra governi nazionali spesso in bilico che minacciano di continuo lo spettro delle urne, elezioni comunali, elezioni regionali ed europee, per non parlare delle saltuarie consultazioni referendarie. E per lo stesso motivo non mancano quasi mai nemmeno le campagne elettorali, durante le quali i vari schieramenti politici sono chiamati ad aumentare quanto più possibile le fila del proprio elettorato, cercando di convincere il pubblico della bontà del proprio programma elettorale. Da qui, dunque, la necessità di avere una strategia comunicativa efficace, dai social network fino al gazebo elettorale in piazza.

Ed è proprio dello stand elettorale – vero e proprio simbolo della comunicazione politica offline – che vogliamo parlarti oggi. Come si organizza un gazebo elettorale capace di aiutare al meglio una campagna? Quali sono gli strumenti che ti possono aiutare a colpire l’attenzione dell’elettorato, facendo comprendere e digerire al pubblico il tuo messaggio? Vediamoli insieme.

Stand elettorali, banchetti e gazebo: la politica in piazza

Durante le campagne elettorali, il luogo dei candidati e dei loro sostenitori è la piazza. In parte per raccogliere le firme necessarie per presentare le presentare le proprie liste, in parte – e soprattutto – per raccogliere consensi, diffondendo il proprio programma e le proprie idee. Luogo deputato per tutto questo è lo stand elettorale, punto d’incontro tra i candidati e i potenziali elettori. Vista la crucialità di questo passaggio, il gazebo elettorale deve essere organizzato alla perfezione, prendendo in prestito buona parte delle strategie e degli strumenti adottati dai classici stand promozionali in fiera.

Prima di tutto, ovviamente, è necessario dotarsi di uno stand elettorale personalizzato con il simbolo del partito, del movimento o della lista, ed eventualmente con lo slogan principale della campagna elettorale – impossibile dimenticare il famoso Yes We Can di Obama – nonché il visto del capo lista. È dunque possibile optare per un stand Pubblicitario portatile di dimensioni medie, davanti al quale posizionare un desk personalizzato (riprendendo ovviamente lo stile e i colori usati per lo stand elettorale).

Lo stand e il desk personalizzati, però, sono solamente il fulcro di un buon gazebo elettorale: vediamo quali altri strumenti per la comunicazione offline all’aperto si possono utilizzare!

Come arricchire un gazebo elettorale

Bandiere elettorali: se c’è un mondo al di fuori dello sport in cui le bandiere hanno una valenza particolare, quello è certamente il mondo della politica. Ecco quindi che, al fianco del gazebo elettorale, si possono piazzare delle bandiere pubblicitarie riportanti il simbolo della lista e i colori del movimento, per richiamare l’attenzione del pubblico a lunga distanza.

Roll Up: altro elemento che il gazebo elettorale può prendere in prestito dalla fiera è certamente il Roll Up, perfetto per dare un’idea immediata del proprio programma elettorale e delle priorità della lista.

Espositori da banco e da terra: santini, volantini, adesivi, in campagna elettorale non si lesina quasi mai sulla stampa di materiale cartaceo da distribuire al pubblico. Ecco quindi che il gazebo elettorale ha bisogno di pratici espositori personalizzati che, oltre a mettere a disposizione del pubblico materiale elettorale, rafforza la portata comunicativa del gazebo.

Stampa digitale, come ottenere risultati di qualità e una fedele riproduzione dei colori

Cosa si intende per stampa digitale?

La stampa digitale è un processo che consiste nella stampa diretta su supporto rigido, semirigido o roll, senza necessità di passare per step intermedi (come ad esempio avviene nella stampa offset con le lastre).

In particolare, nella stampa digitale non esiste una matrice, come avviene con la stampa offset, ma il files da stampare viene realizzato tramite sistemi elettronici e viene impressa direttamente sul supporto scelto, senza passaggi intermedi.

Tipologie di macchine per la stampa digitale

La stampa digitale può essere eseguita con un’ampia gamma di stampanti, ciascuna caratterizzata da una diversa tecnologia ma tutte progettate per garantire una perfetta resa finale. Tra le macchine per la stampa digitale ritroviamo: stampanti ad UV, stampanti a solventi, Latex e Stampanti per il Sublimatico.

Vantaggi della stampa digitale

Se paragonata alla tradizionale stampa offset, la stampa digitale presenta numerosi vantaggi e si posiziona come una tra le proposte innovative più valide in termini di qualità del risultato finale e convenienza. Alcuni tra i principali valori aggiunti della stampa digitale sono:

  • stampa su una vasta gamma di materiali, oltre alla carta si considerano anche Forex, Plexiglass, PVC, Calamitati;
  • stampa su supporti di grande formato roll, anche per ambienti esterni;
  • costi di avviamento ridotti, perché non è necessaria la produzione di lastre, come avviene per la stampa offset;
  • convenienza, perché non è necessario un numero di copie minime per l’avvio della stampa (i costi non sono elevati per la stampa di una sola copia, perché la matrice viene realizzata “elettronicamente”);
  • la matrice “virtuale” permette di essere modificata in progress;
  • maggiore velocità, rispetto alla stampa offset, i tempi di realizzazione si riducono perché sono limitate le fasi di preparazione iniziale (non è necessaria la preparazione della matrice).
  • precisione, personalizzazione ed una fedele riproduzione dei colori.

Stampa digitale Expostampa

Expostampa è specializzata nella stampa digitale grande formato e unisce la sua esperienza pluridecennale nel settore, alla scelta di tecnologie innovative, per assicurare ai clienti un servizio finale ottimo, caratterizzato da risultati di qualità eccellente e di lavorazioni e rifiniture post stampa che rendono il prodotto pronto all’ utilizzo.

Attraverso la scelta di macchinari all’ avanguardia, come la stampante U.V. o la sublimatica diretta, Expostampa garantisce una stampa veloce e flessibile su diverse tipologie di supporti rigidi e semirigidi e roll, pensati per differenti finalità e destinazioni d’uso, come ad esempio: espositori promozionali, allestimenti fieristici, pannelli per arredo, materiali promozionali indoor e desk espositivi, testate di gondola, sistemi per la promozione outdoor, banner ed insegne promozionali.

La stampa è da sempre per Expostampa sinonimo di design e perfezione, per questo ogni nostro lavoro viene accuratamente controllato da figure tecniche interne all’azienda. Per garantire una stampa digitale perfetta, il personale tecnico interno verifica accuratamente ogni dettaglio, come ad esempio: curva di colore, cromia, risoluzione. Ogni stampa digitale deve essere un’opera d’arte, perfetta in ogni sua parte, per esprimere al massimo estetica e funzionalità.

Se sei interessato al servizio di stampa digitale Expostampa, contattaci e scopri che cosa possiamo fare per te.

Come sfruttare la retroilluminazione in un espositore

Cercare una soluzione espositiva d’eccezione per far risaltare il tuo messaggio aziendale non è cosa facile.

Magari la richiesta aziendale è quella di esporre la comunicazione in un modo diverso dai suoi concorrenti e tu ti trovi in difficoltà perché non sai più dove sbattere la testa…

Non temere!

La soluzione che stai cercando è proprio davanti ai tuoi occhi: una struttura espositiva retroilluminata!

Con gli retroilluminati puoi… dividere spazi, decorare gli interni, allestire fiere, creare banchetti di una luminosità eclatante e sono solo alcune idee queste!

Continue Reading…

Desk promozionale: allestire lo stand in fiera senza stress

4 consigli per scegliere ed allestire un desk promozionale per la fiera

Come sicuramente saprai se hai già partecipato ad eventi fieristici con la tua azienda, il desk promozionale è un supporto indispensabile per esporre prodotti, materiali informativi, brochure, gadget e, allo stesso tempo, accogliere i potenziali clienti.

Estremamente personalizzabile e funzionale, questo tipo di banchetto promozionale ti consente di aumentare la visibilità del tuo brand, trasmettendo la tua identità visiva con stile.

Come scegliere e allestire il desk promozionale giusto? Ecco i consigli dei nostri esperti per vivere la fiera all’insegna della praticità e senza stress:

  • Funzionalità: oltre a essere curato nella grafica e nel design, un desk promozionale dovrebbe essere anche leggero, facile da trasportare e montare per consentire di passare velocemente da una location all’altra con rapidità, senza dover ricorrere all’intervento di montatori professionisti.
  • Il messaggio prima di tutto: prima di scegliere la grafica, concentrati sul messaggio che vuoi comunicare: ad esempio il tuo pay off, oppure uno slogan o una frase ad effetto. Definito questo, sarà molto più semplice decidere come rendere il desk più accattivante possibile per il tuo target di riferimento.
  • Obiettivi chiari: in commercio ci sono molti tipi di desk promozionali. Prepara una lista di caratteristiche a cui non puoi rinunciare, come per esempio il ripiano intermedio o la necessità di esporre prodotti pesanti, pensando anche agli eventi futuri a cui vorresti partecipare.
  • Affidati a un team esperto: in questo modo potrai trovare e personalizzare il desk promozionale in base alle tue esigenze, con la sicurezza di avere al tuo fianco un consulente esperto nel settore, che ti aiuterà ad affrontare qualsiasi imprevisto o problema.

Expostampa da anni lavora per produrre strumenti promozionali personalizzati che combinano qualità, flessibilità e durevolezza nel tempo ed offrono al cliente un prodotto dal design inconfondibile ed estremamente funzionale, pronto ad adattarsi a tutte le attività da svolgere in fiera.

Potrai scegliere tra una vasta gamma di articoli tra i desk con grafica in tessuto o desk promozionali in plastica o alluminio oppure contattaci per una nostra consulenza tecnica al numero 049 7160239.

Gli strumenti P.O.P. nella promozione del proprio brand

La Promozione nella 4 p del marketing

Oggi ci concentriamo su una delle 4 famose P del marketing, la Promozione, e nello specifico parliamo di materiali P.O.P.

Intanto P.O.P. è l’acronimo di Point of Purchase, come molti sanno, ovvero materiale marketing o promozionale collocato all’interno del punto vendita; questo strumento è sicuramente una delle strategie maggiormente adottate nel negozio di vendita al dettaglio.

Continue Reading…
1 2 4